Skip to main content

Visa Waiver Program

La presente pagina si prefigge di fornire un esame esaustivo del Visa Waiver Program (VWP), un meccanismo legislativo implementato dal governo degli Stati Uniti d’America. Questo programma consente ai cittadini appartenenti a specifiche nazioni di accedere al territorio statunitense per periodi limitati, senza la necessità di ottenere un visto consolare.

La guida è rivolta a individui interessati a viaggiare negli Stati Uniti per motivi di turismo o affari e desiderosi di comprendere i criteri di idoneità, le procedure di autorizzazione e le potenziali limitazioni del VWP. Inoltre, verranno esaminate le opzioni disponibili per coloro che non soddisfano i criteri di ammissibilità al programma.

Visa Waiver Program USA

Cosa è il Visa Waiver Program?

Il Visa Waiver Program (VWP) è un’iniziativa governativa degli Stati Uniti che permette ai cittadini di determinati paesi di entrare nel paese senza la necessità di ottenere un visto. Questo programma, oltre a facilitare il viaggio e i rapporti commerciali tra gli Stati Uniti e i paesi partecipanti, offre anche numerosi vantaggi sia ai viaggiatori che ai cittadini americani. In questo articolo dettagliato, esamineremo gli aspetti chiave del Visa Waiver Program, i requisiti per la partecipazione e le opzioni disponibili nel caso in cui non si sia idonei.

Origini e Obiettivi del Visa Waiver Program

Il Visa Waiver Program è stato introdotto per la prima volta nel 1986 con l’obiettivo di eliminare gli ostacoli burocratici ai viaggi e favorire gli scambi culturali e commerciali. Il programma è mutuamente vantaggioso: facilita l’ingresso di turisti e professionisti negli Stati Uniti, aumentando allo stesso tempo la sicurezza attraverso accordi di scambio di informazioni tra i paesi partecipanti e gli Stati Uniti.

Paesi Partecipanti al Visa Waiver Program

I paesi che partecipano al programma variano nel tempo, ma generalmente includono molte nazioni europee, asiatiche e alcune nazioni oceaniche. Qui di seguito sono inseriti i 40 paesi aderenti al programma Visa Waiver:

Andorra, Australia, Austria, Belgio, Brunei, Cile, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Islanda, Irlanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia Nuova Zelanda, Principato di Monaco, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, San Marino, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria

Nb. I Cittadini britannici solo con diritto illimitato di residenza permanente in Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda del Nord, Isole del Canale e Isola di Man.

Se sei cittadino di uno di questi paesi, sei idoneo a partecipare al Visa Waiver Program, e potrai inoltrare la richiesta di ESTA per USA se soddisfi le condizioni poste, in caso contrario, se lo scopo del viaggio e prettamente turistico o d’affari, potrai sempre inoltrare richiesta per un Visto USA ordinario, che nel caso turistico è rappresentato dal visto b2. Per gli affari è più consono richiedere il visto B1.

Anche se si è idonei a poter richiedere ESTA, alcune volte la richiesta può essere rifiutata dalle autorità, alcuni dei motivi possono essere rappresentati dalla presenza di precedenti penali, dalla permanenza in paesi presenti sulla lista degli stati non amichevoli.

Si consiglia di rispondere con sincerità alle domande di sicurezza presenti sul modulo. Rispondere in modo non veritiero potrebbe compromettere in modo definitivo, anche per il futuro, la concessione di ESTA o di qualsiasi altro visto.

Requisiti per l’Ammissione

Per partecipare al Visa Waiver Program, è necessario:

  • Avere un passaporto elettronico con chip integrato
  • Avere un biglietto di ritorno o un biglietto per un’altra destinazione al di fuori degli Stati Uniti
  • Essere cittadino di un paese aderente al programma Visa Waiver
  • Non essere stati precedentemente respinti da un visto americano
  • Ottenere un’autorizzazione attraverso il Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio (ESTA) prima della partenza.

Limitazioni e Vincoli

Anche se il programma offre un metodo semplificato per entrare negli Stati Uniti, esistono alcune limitazioni importanti. Ad esempio, i viaggiatori possono rimanere nel paese per un massimo di 90 giorni e non possono estendere il loro soggiorno. Inoltre, il VWP è valido solo per viaggi di turismo, affari o transito; non è possibile utilizzare questo programma per ottenere un impiego o per scopi di studio a lungo termine negli Stati Uniti.

Una autorizzazione ESTA è valida per 2 anni dalla data di concessione, se non viene revocata o fino alla scadenza del passaporto, a seconda di quale condizione si verifica per prima.

Opzioni per chi Non è Idoneo

Se non si è idonei a partecipare al Visa Waiver Program, non tutto è perduto. Esistono diverse categorie di visti, come il visto turistico B-2 o il visto d’affari B-1, che possono essere ottenute attraverso il consolato o l’ambasciata degli Stati Uniti nel proprio paese. Il processo può essere più lungo e richiedere documentazione aggiuntiva, ma offre una soluzione alternativa per chi desidera viaggiare negli Stati Uniti.

Come Funziona l’ESTA

La sigla ESTA è l’acronimo di “Electronic System for Travel Authorization“ in italiano equivale al Sistema Elettronico di Autorizzazione al Viaggio. L’ESTA è un sistema online che deve essere completato almeno 72 ore prima della partenza. La maggior parte delle richieste viene approvata entro pochi minuti, ma è consigliabile completare la procedura con anticipo.

ESTA è Un Visto ?

Il permesso ESTA non è un visto ( anche se viene genericamente indicato con Visto ESTA), in quanto non soddisfa i requisiti legali facenti le veci di un regolare visto USA. ESTA da solo la possibilità di recarsi negli Stati Uniti senza la necessità di ottenere un visto USA provvisorio o permanente, infatti :

  • Se si viaggia negli Stati Uniti per lavoro si deve richiedere un Visto tradizionale (visto USA non immigranti)
  • Se hai intenzione di emigrare negli Stati Uniti, avrai bisogno di un Visto tradizionale (visto USA immigranti)
  • Se Vai in Vacanza negli Stati Uniti e sei cittadino di un paese aderente al VWP devi semplicemente richiedere ESTA

Il programma ESTA ha assunto carattere di obbligatorietà dal 12 gennaio 2009. Coloro che richiedono l’autorizzazione al viaggio ai sensi del VWP sono tenuti a compilare una dichiarazione doganale (stampata su carta blu) al momento dell’arrivo negli Stati Uniti, che siano essi o meno in possesso di un permesso ESTA, mentre non saranno più tenuti a compilare il modulo verde I-94W.

Chi ha l’obbligo di compilare il modulo ESTA?

Tutti i passeggeri che viaggiano verso gli Stati Uniti e che sono cittadini di una Nazione aderente Programma Viaggio senza Visto (VWP) sono obbligati a richiedere una autorizzazione ESTA, e devono ottenere la sua approvazione, prima della partenza verso il territorio americano, sia che si viaggi in aereo o via mare.

Se a viaggiare è una intera famiglia o un gruppo, ogni membro della famiglia o del gruppo deve compilare la richiesta per un modulo ESTA. Anche i minori che non pagano il trasporto sono tenuti ad ottenere un’autorizzazione di viaggio ESTA. Il Capo famiglia è autorizzato a richiedere ESTA per ciascun membro della sua famiglia.

Visa-Waiver-Program-ESTA-Approvata-esempio

FAQ Visa Waiver Program

Si può lavorare negli Stati Uniti con il Visa Waiver Program?

No, non è possibile lavorare negli USA. Il Visa Waiver Program è stato progettato specificamente per facilitare viaggi di turismo e affari a breve termine negli Stati Uniti. In pratica, questo significa che se state pianificando una vacanza, un viaggio per incontrare clienti o partner commerciali, o semplicemente un viaggio di transito attraverso gli Stati Uniti, potete utilizzare il programma per evitare il lungo processo di richiesta di un visto.

Tuttavia, è importante notare che non potete utilizzare il Visa Waiver Program per lavorare, restare o studiare negli Stati Uniti per periodi prolungati. Se queste sono le vostre intenzioni, dovrete richiedere un tipo di visto appropriato per il vostro caso. Inoltre, il periodo massimo di permanenza con il Visa Waiver Program è di 90 giorni; non è possibile estendere il soggiorno una volta arrivati negli Stati Uniti.

Si può studiare in USA con il Visa waiver program?

No, il Visa Waiver Program non è pensato per studiare negli Stati Uniti. Il programma permette ingressi per turismo, affari o transito fino a un massimo di 90 giorni, ma non copre attività come l’iscrizione a corsi di lunga durata, studi universitari, o altri programmi educativi.

Se avete intenzione di studiare negli Stati Uniti, dovrete richiedere un visto specifico per studenti, come il visto F-1 o il visto J-1, a seconda del tipo di programma educativo a cui intendete partecipare. Questi visti richiedono un processo di richiesta separato che include la dimostrazione di idoneità accademica e finanziaria.

Si ha bisogno di ESTA per il solo transito in USA per transito?

, i cittadini di paesi che fanno parte del Visa Waiver Program (VWP) hanno l’obbligo di richiedere un’autorizzazione ESTA anche se sono in transito verso un altro paese. Ciò è dovuto al fatto che, anche se non si lascerà l’aeroporto durante il transito, si è comunque considerati come entranti negli Stati Uniti.

Nella compilazione del modulo ESTA online, è necessario indicare che si è in transito e il paese di destinazione. Ciò si fa selezionando l’opzione “Transito” nella domanda. È inoltre necessario fornire le informazioni sul paese di destinazione, come il nome del paese, il numero del passaporto e la data di arrivo prevista.

Ecco alcuni suggerimenti per richiedere un’autorizzazione ESTA per un transito negli Stati Uniti:

  • Fare domanda con almeno 72 ore di anticipo rispetto alla data di partenza.
  • Fornire tutte le informazioni richieste in modo accurato e completo.
  • Tenere a portata di mano il numero della domanda ESTA e la ricevuta di approvazione.

Se non si richiede un’autorizzazione ESTA per un transito negli Stati Uniti, è possibile essere respinti all’imbarco o alla frontiera americana.

Si puo rinnovare ESTA?

E’ necessario rinnovare ESTA cioè richiedere una nuova autorizzazione nel caso in cui:

  • Si Riceve un nuovo passaporto elettronico,
  • Si modifica il proprio nome (nome e/o cognome)
  • Si modifica il proprio sesso (al momento, ESTA non ha istituito un campo relativo al sesso X sul modulo di richiesta. Suggeriamo pertanto agli interessati di selezionare l’opzione che essi ritengono sia più idonea al loro caso. Il permesso ESTA non verrà respinto unicamente sulla base del sesso selezionato sul modulo)
  • Si modifica il proprio Paese di cittadinanza
  • Vengono a cambiare alcune circostanze, ad esempio, dopo aver ottenuto il permesso di viaggio ESTA si subisce una condanna penale o nel caso un si contragga una malattia infettiva. Un’eventuale modifica in questo senso potrebbe richiedere il rilascio di un regolare visto USA. In tal caso, sarà necessario inoltrare una nuova richiesta e la stessa dovrà fare riferimento alle avvenute modifiche, a pena del diniego di ingresso negli Stati Uniti al momento dell’arrivo.

Risposte Brevi sul  Visa Waiver Program

Cosa succede se la mia ESTA viene negata?

Se la vostra richiesta ESTA viene negata, dovrete passare attraverso il processo standard di richiesta di visto attraverso un consolato o un’ambasciata degli Stati Uniti.

Come ottengo l’autorizzazione ESTA?

Per ottenere l’autorizzazione ESTA, dovete compilare un modulo online sul sito ufficiale almeno 72 ore prima della partenza. La maggior parte delle richieste viene approvata in pochi minuti, ma è meglio non rischiare e fare la richiesta con un po’ di anticipo.

Posso portare i familiari con me?

Sì, ma ogni membro della famiglia deve avere la propria autorizzazione ESTA, compreso i bambini.

Qual è la durata massima del mio soggiorno con il Visa Waiver Program?

Con il Visa Waiver Program, potete rimanere negli Stati Uniti fino a un massimo di 90 giorni per visita.

È possibile estendere il mio soggiorno una volta arrivato negli Stati Uniti?

No, il soggiorno non è estendibile e dovrete lasciare gli Stati Uniti entro 90 giorni dall’arrivo.

Posso visitare altri paesi e poi rientrare negli USA durante il periodo di 90 giorni?

Tecnicamente sì, ma il periodo di 90 giorni non si resetta quando si visitano paesi confinanti come Canada, Messico e isole dei Caraibi. Consultate le linee guida ufficiali per evitare complicazioni.

Quali sono le conseguenze se rimango oltre i 90 giorni?

Rimanere negli Stati Uniti oltre i 90 giorni potrebbe comportare una serie di conseguenze legali, tra cui la deportazione e/o un divieto di ritorno nel paese.

Una Autorizzazione ESTA o un Visto USA tradizionale mi garantiscono l’ingresso negli USA?

Se l’applicazione ESTA o il visto USA sono stati approvati e concessi, si è autorizzati a partire, ma non c’è la sicurezza assoluta che l’ingresso sul territorio americano sia consentito. Sarà un funzionario del servizio di Dogana e controllo delle Frontiere a decidere se concedere il permesso o meno, di ingresso sul territorio americano.

Che validità ha la mia autorizzazione ESTA?

Una autorizzazione ESTA, se non viene revocata, è valida per 2 anni dalla data di concessione , o fino alla scadenza del passaporto, a seconda di quale condizione si verifica per prima. Nel suddetto periodo è permesso entrare negli Stati Uniti senza dover presentare ulteriori richieste di approvazione ESTA. Coloro che entrano negli Stati Uniti ai sensi di un’autorizzazione ESTA possono rimanere negli USA per un periodo non superiore a 90 giorni per ciascun viaggio.

Quando devo richiedere una autorizzazione di viaggio ESTA?

È possibile inoltrare la richiesta di una autorizzazione ESTA in qualsiasi momento, prima del viaggio negli Stati uniti.
Il Dipartimento di Homeland Security (DHS) consiglia di richiedere ESTA almeno 72 ore prima della data di inizio del viaggio.

Si può richiedere ESTA se non si è sicuri di partire per gli Stati Uniti?

È possibile richiedere un ESTA , anche se il viaggio non è stato ancora programmato nei dettagli, anzi sarebbe la cosa giusta da fare.

Ottenere l’ ESTA prima di organizzare il piano di viaggi, per avere la sicurezza di poter partire.

Non è necessario disporre di specifici piani di viaggio prima di applicare per una ESTA. Se si viene a conoscenza delle località di soggiorno negli Stati Uniti dopo aver ottenuto l’ ESTA , si ha sempre la possibilità di poter aggiornare i dati dell’applicazione ( hotel, indirizzi, citta…), ma non c’è alcun obbligo di aggiornare queste informazioni.

Devo Stampare L’autorizzazione ESTA?

Non è necessario avere con sé la stampa all’arrivo negli Stati Uniti, giacché gli agenti doganali sono in possesso delle informazioni in formato elettronico.